"Le Sorelle" di Claire Douglas ❣ Add to Wishlist

Rubrica che non ho ancora avuto modo di presentarvi dato che è tra le novità di questa nuova grafica con cui ho vestito il mio blog da qualche giorno.
Ogni tanto un cambio d'abito ci vuole e in questo caso anche di contenuti per cercare di gestire in modo più ordinato e puntuale le mie idee attraverso delle nuove rubriche. Vi presenterò meglio il blog e le nuove rubriche che ho introdotto in un video su youtube molto presto, ma intanto andiamo a questa rubrica: Add to wishlist.

Io aggiungo libri alla lista desideri di anobii e ai carrelli dei siti in modo maniacale. Sì, sono malata. Mi chiamo Leda e aggiungo "cose" ai carrelli. Spesso queste cose sono libri.
A volte però mi ritrovo a pensare spesso ad un libro particolare, o me lo ritrovo continuamente davanti quasi il destino stia cercando di mandarmi dei segnali, o semplicemente sento che non posso vivere un giorno di più senza comprarlo. 
Ecco, quei libri che vorrei tanto, tanto ma tanto leggere finiranno in questa rubrica. Così ci faremo del male insieme, leggeremo la trama e vi riporterò il parere generale dei lettori e, soprattutto, se qualcuno di voi lo avrà già letto mi dirà cosa ne pensa.

Il primo libro che aggiungo a questa lista è uscito da poco nelle librerie e il suo poster mi fa l'occhiolino dalla vetrina della mondadori ogni giorno che vado a prendere il treno per tornare a casa.
Parlo di "Sorelle" di Claire Douglas. 


Titolo: Sorelle
Autrice: Claire Douglas
Editrice: Nord
Anno: 2016
Pagine: 333






 _____________________ TRAMA _________________

Thriller psicologico osannato dalle grandi testate brittaniche che lo hanno definito l'esordio dell'anno.  Un romanzo che punta lente su Abi, una ragazza che ha lasciato ogni cosa dopo la morte di Lucy, sua sorella gemella. Trasferita in una nuova città incontra Bea che sembra la prima persona in grado di capirla davvero. Anche Bea ha un gemello e nessuno quindi, come lei, può capire cosa si può provare nel perdere una parte di te. Ma c'è qualcosa di strano. Inizia a trovare fotografie strappate e oggetti che spariscono dalla sua stanza, ed è a quel punto che inizia a temere che qualcuno abbia scoperto il suo segreto.

Non so cosa mi abbia colpita così tanto sarò sincera. La copertina, i colori o forse quelle parole segnate in basso "Una mente, una è morta".
"Tutto qui?" mi direte voi "basta così poco per ammaliarti?" ehhhh sono una persona semplice! E' questione di alchimia. Non saprei spiegarvelo diversamente.

Quello che mi spaventa è che nella maggior parte dei casi questo impulso mi ha portata a prendere delle gigantesche cantonate. I libri migliori li ho scoperti seguendo i consigli di persone fidati, salvo rarissimi casi, i miei impulsi non hanno portato a nulla di buono.
E questa volta sembra non fare eccezione dato che i primi blog in cui viene recensito lo descrivono in modo piuttosto freddo.
Illuminatemi voi...lo avete letto? Ne vale la pena?


8 commenti:

  1. Cara Leda.. anche io come te mi faccio ammaliare da una cover o da qualche citazione che spicca e non sempre ci prendo ;D Anche io ero particolarmente attratta da questo libro ma i pareri che ho letto me lo hanno fatto cadere dal cuore per cui credo che andrò avanti e mi dedicherò a libri che sembrano essere più promettenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le recensioni che girano on line hanno demotivato un sacco anche me purtroppo. Meglio così da un certo punto di vista :) evito di farmi del male da sola :D

      Elimina
  2. anche a me incuriosce molto dalla trama, ma i commenti negativi mi mettono in confusione :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora darò la precedenza ad altri libri... vedremo in futuro ;D

      Elimina
  3. credo sia un romanzo pseudo rosa travestito da thriller u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presupposti che non mi convincono affatto ahimè :(

      Elimina
  4. Purtroppo "l'esordio dell'anno" mi ricorda incredibilmente "la Gemella silenziosa" di S.K.Tremayne. Anche se poi la trama sembrerebbe dipanarsi in una direzione diversa, l'ho trovata un'idea poco originale per quanto accattivante. Questo motivo, unitamente alle prime recensioni che ho visto girare, me l'hanno fatto cadere dal carrello del Kobo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho letto diverse recensioni negative che mi hanno demotivata, infatti ho preferito dedicarmi ad altre letture :)

      Elimina